SHARE

In questa sezione del sito pubblichiamo le occasioni di investimento su M&A che possono presentarsi sui mercati, con una particolare enfasi sul mercato italiano (per ragioni di vicinanza) ed americano (per numerosità di acquisizioni). Ritengo opportuno però, per permettere a tutti un approccio consapevole a queste interessanti operazioni speciali, di illustrare un po’ di teoria sull’argomento.

Fusioni  ed acquisizioni sono entrambi aspetti della gestione strategica, e finanziaria delle aziende, sono attività connesse con l’acquisto, la vendita, la divisione e la combinazione di diverse società ed enti similari, in modo da permettere all’impresa di crescere rapidamente nel suo settore o in nuovi campi o posizioni, senza creare una società controllata, altre entità figlie o con una joint venture.

M & A sono quindi ristrutturazioni aziendali messe in atto con l’obiettivo di fornire una crescita o di aggiungere valore alle aziende. Si verificano, ad esempio, quando un settore giunge ad una condizione di maturità dopo una fase di crescita, ed è necessario un consolidamento, ; si concentrano quindi le risorse di molte piccole imprese in alcune fra le più grandi, come ad esempio è avvenuto nelll’industria automobilistica tra il 1910 e il 1940.

Si verificano fenomeni di M&A anche quando le aziende quotate non esprimono il loro valore intrinseco, e/o le condizioni di accesso al credito lo permettono, come in questo periodo storico con QE che facilitano acquisizioni a debito.

La distinzione tra una “fusione” e una “acquisizione” è diventata sempre più labile sotto vari aspetti (in particolare in termini di risultato economico finale), anche se non è del tutto scomparsa e presenta risvolti interessanti. Da un punto di vista giuridico, una fusione è un consolidamento legale di due società in un’unica entità, mentre un acquisizione si verifica quando una società assume il controllo di una un’altra e ne diventa il nuovo proprietario (nel qual caso la società target esiste ancora come indipendente persona giuridica controllata dall’acquirente). In entrambi i casi si può avere il consolidamento economico e finanziario delle due entità. Altre volte invece le due società rimangono distinte.

Nei casi di M&A si possono avere:

  • OPA (offerta pubblica di acquisto)
  • OPA obbligatoria
  • Delisting (se le azioni della società acquistata sono meno di una certa percentuale, non vengono più quotate al listino regolamentato)
  • Squeeze out (la società acquirente ha il diritto di ricomprare le azioni della società acquistata se la percentuale rimanente sul mercato è inferiore ad una certa soglia)
  • Recesso (diritto degli azionisti a farsi liquidare le proprie azioni)

Di tutti questi argomenti torneremo ad occuparcene in maggiore dettaglio.

Aggiungo solo una statistica relativa alle operazioni di M&A sul mercato americano per far capire l’importanza di questo settore

Statistiche di M&A sui mercati americani:

Numero totale di M&A in corso 92
Acquisizioni per cash 50
Acquisizioni con concambi azionari 12
Acquisizioni miste azioni + cash 20
Acquisizioni soggette a Special Conditions 10
Controvalore delle  operazioni in corso $1.256,43 miliardi
SHARE

Rispondi