SHARE

In questo periodo di tassi bassi un’alternativa di investimento sono le preferred shares, azioni senza diritto di voto ma con dividendo fisso.

In genere hanno un nominale di 25$ (sono quasi tutte quotate in dollari americani, in euro c’è quasi niente) mentre il dividendo viene pagato quasi sempre trimestralmente o mensilmente.

Di solito sono perpetue, hanno una data di call dalla quale possono essere richiamate ad ogni stacco dividendo.

Le p.s. possono essere cumulative o non cumulative. La differenza sta nel fatto se eventuali dividendi non pagati possano essere recuperati o meno.

Le azioni USA per i residenti in Italia scontano la doppia tassazione ovvero al 26% di tasse targato Italia si aggiunge un 20% di tasse targate USA, con il risultato che il dividendo quasi si dimezza. Le p.s. rispetto alle azioni ordinarie hanno il grosso vantaggio di non scontare la doppia tassazione (almeno con Binck Bank) in quanto il dividendo essendo fisso viene considerato alla stregua di una cedola di un’obbligazione.

Non bisogna dimenticare che le preferred shares sono comunque delle azioni e non dei bond e quindi in caso di bancarotta i diritti dei loro detentori sono superiori solo a quelli degli azionisti ordinari.

Facciamo un esempio concreto di preferred: Barclays Bank PLC 8.125% Non Cumulative Preferred Stock

"GraficoGrafico fornito da Teleborsa

È una p.s. non cumulative emessa da Barclays, quotata al NYSE isin US06739H3628.

Ha un tasso nominale dell’8,125 per cento il che significa un dividendo annuo di 2,033$ o 0,508$ trimestrale, pagato il 15/03 15/06 15/09 e 15/12 di ogni anno

È in post call dal 15/06/2013, il che significa che può essere richiamata ad ogni stacco dividendo a 25$ oltre il dividendo trimestrale maturato, ma visto che è già da 3 anni e mezzo in post call speriamo che duri ancora un po’.

Al momento quota intorno ai 26$, ma se non si ha fretta si riesce a prendere anche a meno (idealmente 25,50 o 25,60 è un buon prezzo).

L’emittente non è niente male e questo dovrebbe garantire su capitale e dividendi.

Questo articolo è stato scritto da me stesso, ed esprime le mie opinioni. Non ho ricevuto compensi per esso. Non ho alcun rapporto d’affari con società le cui azioni sono citate nel presente articolo.

SHARE

1 COMMENT

Rispondi